adolfo greco castellammare camorra
L'imprenditore Adolfo Greco, al momento dell'arresto avvenuto il 5 dicembre del 2018

L’imprenditore stabiese è in carcere

La Parmalat ha interrotto la collaborazione con la Cil di Castellammare di Stabia, azienda riconducibile ad Adolfo Greco, l’imprenditore attualmente in carcere, perché coinvolto in due diverse inchieste. L’ultima lo vede accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, con il clan dei Casalesi. Nelle scorse ore, i depositi della ditta stabiese di Via Napoli, sono stati svuotati. Sempre più incerto il destino dei 32 dipendenti dello stabilimento – fino a pochi giorni fa concessionario Parmalat – e che adesso vedono minacciato il proprio futuro e quello delle loro famiglie. La notizia dell’avvenuto svuotamento dello stabilimento è stata riportata dal quotidiano locale, Metropolis.