Ancora una dimostrazione di come Napoli sia sempre più abbandonata al proprio destino, con le due grandi colonne nella storica struttura che perdono pezzi di calcinacci.

Ennesimo caso di incuria a Napoli, città sempre più lasciata abbandonata al suo destino da chi sembra essere capace solo di transennare prima che sia troppo tardi, se si è fortunati. L’ultimo episodio riguarda l’ingresso monumentale principale del Parco Virgiliano, chiuso e transennato dal Comune per il serio rischio di crollo delle grandi anfore. Dopo la denuncia di un cittadino per la caduta di alcune pietre, i vigili del fuoco hanno effettuato un intervento d’urgenza verificando la gravità della situazione.

E’ stato subito attivato il nucleo Protezione civile comunale, i cui tecnici, come riporta un articolo del ‘Corriere del Mezzogiorno’, a firma del collega Roberto Russo, hanno rilevato «dissesti diffusi e generalizzati con distacchi di calcinacci» dalla sommità delle due colonne che reggono la cancellata e dalle grandi anfore ancorate sulle stesse. A quel punto, la chiusura è stata inevitabile. Nell’agosto 2014, proprio le due colonne vennero delimitate da impalcature per l’esecuzione di lavori di restauro. Circostanza che desta più di un dubbio in merito.

ad
Riproduzione Riservata