La segnalazione

Reclusi in casa, sequestrati, a causa di un’auto parcheggiata davanti alla porta d’ingresso. Accade a Napoli in via Solitaria, stradina alle spalle di Piazza del Plebiscito, dove una famiglia che abita un ‘basso’, una delle tipiche case dei quartieri popolari da cui si accede direttamente dal marciapiede, si ritrova improvvisamente impossibilitata a entrare o uscire dall’abitazione perché le auto vengono parcheggiate davanti alla porta.

Ne dà notizia il consigliere regionale del Vedi Francesco Borrelli: “Ci è pervenuta una segnalazione – racconta – ai limiti dell’assurdo da una famiglia che risiede in un basso in via Solitaria. A causa della sosta selvaggia ininterrotta dinanzi all’ingresso dell’abitazione gli è negata, di fatto, la possibilità di entrare e uscire dalla propria abitazione. In alcuni casi sono costretti ad aspettare ore prima che l’incivile di turno si degni di venire a riprendere l’automobile, in altri è necessario l’intervento della polizia municipale. Ma non finisce qui. Il parcheggio selvaggio impatta sulla loro vita anche quando sono in casa, a causa delle sgasate delle auto in sosta vietata posizionate proprio dinanzi alla finestra del basso“.

ad

Borrelli sottolinea anche che la sosta selvaggiacaratterizza tutta la zona; basti pensare alle auto perennemente parcheggiate dinanzi l’ingresso dell’istituto Palizzi. Occorre che la polizia municipale metta in atto un giro di vite nei confronti di tali fenomeni per rendere maggiormente vivibile l’intera zona del Pallonetto“.