martedì, Dicembre 6, 2022
HomeNotizie di PoliticaWebTv, Palmieri: promiscuità e propaganda, così non va

WebTv, Palmieri: promiscuità e propaganda, così non va

Caro Direttore,

non mi turba che la Web Tv del Comune di Napoli riservi ampio spazio alla comunicazione dell’organo di governo e quindi al suo vertice (leggi le due inchieste di Stylo24: parte 1 e parte 2). Trovo normale che chi determina le scelte che ricadono sulla pelle dei cittadini abbia poi la possibilità di annunciare i provvedimenti e spiegarli alla comunità attraverso i canali di cui l’Ente dispone.

Quello che è meno normale è che sia sempre il sindaco a commentare tutti gli atti, anche quelli che sono maggiormente caratterizzati dall’impegno dei singoli delegati della giunta. La figura di de Magistris sovrasta tutti! Sembra quasi che il diritto alla comunicazione sia esclusivo appannaggio dell’inquilino di Palazzo San Giacomo che, forse inconsapevolmente, utilizza in maniera promiscua il canale web sovrapponendo il ruolo di sindaco con quello di leader di DemaA.

Il consigliere comunale Mimmo Palmieri
Il consigliere comunale Mimmo Palmieri

Ma, cosa ancor più grave, è la totale assenza delle voci del consiglio comunale, nella sua interezza, maggioranza e opposizione. Sulla Web Tv non c’è spazio né per i capigruppo né per le commissioni, compresa quella che io presiedo, la Trasparenza.
Oscurare il consiglio comunale, in tutte le sue articolazioni, significa fare dell’organo di informazione un organo di propaganda, non garantendo il pluralismo, principio che è alla base di ogni sana e piena democrazia.

Domenico Palmieri

Presidente della commissione Trasparenza al Comune di Napoli

Articoli Correlati

- Advertisement -