Pallone e camorra, niente sconti in Appello per due calciatori (foto di repertorio)

La vicenda emersa in seguito alle dichiarazioni dell’ex boss della Vanella Grassi

Confermate le condanne in Appello per due ex calciatori dell’Avellino, Francesco Millesi e Luca Pini, accusati di presunta combine di due partite del campionato di Serie B, nel 2014. A finire sotto la lente le gare Modena-Avellino, e Avellino Reggina. Secondo la ricostruzione della magistratura, e le dichiarazioni dell’ex boss, Antonio Accurso, l’affaire illecito si sarebbe concretizzato su sollecitazione di ambienti criminali della Vanella Grassi, per ricavare i soldi provenienti dalle scommesse. In primo grado Millesi incassò un anno per frode sportiva, Pini, 3 anni e mezzo, anche per concorso esterno in associazione mafiosa. Condanne ribadite in Appello, nelle scorse ore. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma.

Riproduzione Riservata