aeroporto capodichino
L'aeroporto di Capodichino

Il 22enne proveniente da Parigi, fermato a Capodichino e accompagnato in ospedale: recuperato un chilo di stupefacente

Continua senza sosta, il traffico internazionale di stupefacenti. I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli con i finanzieri in servizio presso l’aeroporto di Capodichino, hanno arrestato un cittadino extracomunitario di origine gambiana che trasportava circa un chilo di eroina, con la tecnica dei body packers, ossia occultata in ovuli. Il 22enne, giunto a Napoli con un volo proveniente da Parigi, stava per lasciare l’aeroporto quando è stato fermato e sottoposto a controllo prima di lasciare la sala arrivi. In particolare, gli ufficiali addetti ai controlli, non convinti delle spiegazioni ricevute ed insospettiti da altri segnali di rischio, hanno accompagnato il viaggiatore all’ospedale dove un esame radiografico ha evidenziato la presenza nell’addome di ben 80 ovuli. I successivi accertamenti eseguiti sul contenuto degli involucri, hanno confermato che si trattava di eroina. L’uomo è stato arrestato e condotto presso il carcere di Poggioreale.