Stefano Caldoro

L’ufficio stampa dell’ex governatore scrive a Stylo24 dopo la prima puntata dell’inchiesta sullo sfascio della sanità: i numeri ci danno ragione.

“La Regione Campania, durante la fase commissariale di Stefano Caldoro ha aumentato i posti letto, in cinque anni + 802 posti letto”, lo precisa una nota dell’ufficio stampa di Stefano Caldoro. “Con il risanamento dei conti, si è passati dal deficit di 803 milioni del 2009 al pareggio di bilancio ed all’avanzo di cassa di 240 milioni del 2014, si è superato il blocco del turnover. Si è, dunque, avviata la stagione delle assunzioni. Si sono – aggiungono dall’ufficio stampa – superate le sanzioni e si è avviata la spesa per investimenti”.

“Si è superato il decreto 49/2010 e riattivati, con il nuovo Piano ospedaliero i Pronto Soccorso di: Scafati, Torre del Greco, Cava dei Tirreni, Maddaloni, Loreto Mare, Oliveto Citra. Si sono programmati, inoltre, 2 Pronto Soccorso in zone particolarmente disagiate: Ospedale Capilupi di Capri, P. O di Roccadaspide”.

ad