L’accaduto è stato segnalato al commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva.

“Alcuni cittadini mi hanno segnalato la presenza di un venditore abusivo che ha creato un vero e proprio servizio bar all’interno delle corsie e delle sale di aspetto dell’ospedale dei Pellegrini. Tale soggetto, inoltre, vende dei prodotti alimentari in spregio alle più elementari regole igieniche. Non è accettabile un mercimonio del genere in un luogo che è deputato alla cura dei pazienti. Allo stesso modo non possiamo ammettere la presenza, all’interno delle strutture ospedaliere, di avvocati in cerca di clienti, promotori di pompe funebri, procacciatori per ambulanze private, venditori ambulanti e procacciatori di vario genere. Diciamo quindi stop ai mercati in corsia”. Lo rende noto il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli.

“Occorre – aggiunge Borrelli – che i controlli in prossimità degli ingressi siano più serrati. Anche per motivi di sicurezza. Non è accettabile che chiunque possa mettere piede negli ospedali e fare i propri comodi. Abbiamo segnalato la presenza del venditore ambulante dell’ospedale dei Pellegrini al commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva, chiedendogli di adottare i provvedimenti del caso. Negli ospedali devono entrare solo i pazienti, i loro cari e ovviamente il personale addetto”.