Il racconto dei fatti.

Il 2020 è cominciato da appena 3 giorni e sono già quattro le aggressioni subite dal personale sanitario a Napoli. A raccontare l’ultimo episodio è la pagina Facebook “Nessuno tocchi Ippocrate”.

“Intorno alle ore 12.00 presso il nosocomio partenopeo Pellegrini si presenta una persona, di sesso maschile, che accusava nausea e vomito. Viene giustamente classificato come codice verde e messo in attesa. Tale attesa, durata circa 20 minuti, scatena l’ira dell’energumeno che dapprima distrugge una barella e poi la porta d’ingresso del PS, il tutto contornato da una serie di urla e parolacce nei confronti del personale sanitario in servizio. Vengono chiamati i carabinieri ma il facinoroso fugge prima del loro arrivo. A quanto pare il “signore” godeva di sana e robusta costituzione ed il vomito non era poi così invalidante! Ci giunge notizia che il Signore è stato preso dalle Forze dell’ordine”.