Il nuovo attaccante azzurro, Victor Osimhen, ha rilasciato un’intervista alla TV canadese TLN. Diversi i temi affrontati, di seguito le sue dichiarazioni

di Stefano Esposito

“Vivere a Napoli è fantastico. E’ semplicemente quello che mi aspettavo di trovare qui. C’è tanto amore ed è un grande club, sono felice di essere qui.

ad

Ero scettico nel venire in Italia, non Napoli, ma quando ho visto l’interesse che avevano per me, parlando con presidente, allenatore, e prima di arrivare i tifosi già mi trasmettevano tanto amore. Quello che ho visto della città, di cui mi avevano parlato, è fantastico, cosi è stato più facile per me.

Non ho ancora imparato molto l’italiano, ma quando Tommaso Starace viene a portare il caffè lui mi dice “Vuoi questo meraviglioso caffè?”, per me è importante stare con questo gruppo fantastico.

Lavorare con Gattuso per me è un sogno che diventa realtà. Con lui sarò in grado di crescere prima come uomo e poi come calciatore. Sto facendo dei progressi.

In merito a Juventus Napoli so che a causa del Covid, non potevamo viaggiare. Eravamo carichi per la partita, una delle più attese della stagione, siamo stati bloccati per le regole del Covid. La decisione presa è stata un po’ sleale.

Avremo una fantastica stagione, i ragazzi sono pronti!

Sulla mia esultanza contro l’Atalanta, posso dirvi che per me le persone meritano una vita migliore per loro e le proprie famiglie. So da dove vengo e non è facile per le persone povere, protestano per i propri diritti ed il Governo dovrebbe ascoltare.

Volevo portare la mia famiglia fuori dalla povertà, penso solo al calcio e dedico tutto il mio tempo a questo bellissimo gioco.

Sono sempre stato ottimista, già quando ero piccolo sapevo di poter arrivare a giocare ad alti livelli e la mia famiglia mi ha sempre supportato. Loro e i miei amici mi hanno sempre aiutato e questa è stata la mia più grande motivazione.

Se avessi mai pensato di mollare so che non l’avrei mai fatto anche solo per questo motivo. Voglio renderli orgogliosi e provare che chi non credeva in me aveva torto.

Il Napoli è una squadra di altissimo livello, tutto ciò che sognavo da bambino si sta avverando. Giocare in questa bellissima città, in una delle squadre più forti al mondo è già un grande traguardo”