Strutture in cemento costruite senza autorizzazione e ormeggi abusivi in via Caracciolo. E’ li’ che e’ intervenuta la Guardia Costiera di Napoli, coordinata dal contrammiraglio Arturo Faraone, per rimuovere le strutture che si moltiplicano nel periodo estivo. Gli uomini della direzione Marittima di Napoli, con il supporto di sommozzatori, personale tecnico e ditte specializzate, sono intervenute stamattina sul lungomare partenopeo, in una zona sottoposta a stringenti vincoli ambientali e paesaggistici, per demolire le strutture in cemento prive di qualsiasi autorizzazione o concessione che deturpavano la scogliera.

ad

I militari hanno anche rimosso degli ormeggi abusivi che erano stati posizionati in acqua davanti a via Caracciolo. Le operazioni, spiega la Guardia Costiera in una nota, si sono svolte in in stretta collaborazione con l’Autorita’ di sistema portuale, a cui compete il potere amministrativa di gestione del demanio marittimo. Gia’ lo scorso 7 giugno la Guardia Costiera era intervenuta nella zona di Mergellina per rimuovere e demolire opere e ormeggi abusivi sul litorale.