L'ospedale Loreto Mare di Napoli
L'ospedale Loreto Mare di Napoli

di Giancarlo Tommasone

Dopo la denuncia di Stylo24.it che ha evidenziato diverse criticità che si stanno registrando presso il reparto di Ortopedia dell’ospedale Loreto Mare (leggi la prima parte dell’inchiesta), non sono mancate le reazioni da parte di rappresentanti del mondo sindacale e di alcuni esponenti di opposizione in consiglio regionale. La voce è unanime e si chiede al governatore Vincenzo De Luca di fare chiarezza sulla politica perseguita finora e su quella che sarà attuata in futuro, per la struttura di via Amerigo Vespucci, anche in virtù della carica di commissario alla Sanità che ricopre.

ad
Il governatore Vincenzo De Luca durante una visita in ospedale
Il governatore Vincenzo De Luca durante una visita in ospedale

Il consesso della Campania osserva il periodo di pausa estiva, ma nelle scorse ore ci sono stati segnali forti da parte della minoranza, segnali che potrebbero portare alla produzione di atti da sottoporre al presidente della Regione non appena si torni al lavoro. Ci si chiede insomma: qual è il destino che attende la struttura sanitaria? Sono tante le domande da porre, quesiti suggeriti anche da chi al Loreto Mare lavora in condizioni difficili con turni estenuanti dettati dalla mancanza di personale.

L'ospedale Loreto Mare di Napoli
L’ospedale Loreto Mare di Napoli

Uno dei reparti più provati è sicuramente quello di Ortopedia. Ed è proprio qui che, a dispetto del personale risicato, si praticano le operazioni al collo del femore in modalità di ‘fast track’. Si tratta di una operazione che permette di intervenire entro le 48 ore dal ricovero, su pazienti con più di 65 anni e che non soffrano di particolari patologie. La maggior parte degli interventi effettuati nell’ultimo periodo presso il reparto del Loreto Mare avverrebbe proprio secondo ‘fast track’.

La comunicazione al personale del Loreto Mare
La comunicazione al personale del Loreto Mare

Una pratica lodevole, che tende sicuramente a risolvere il problema in tempi brevi, e quindi accolta con favore dai pazienti. Una pratica in cui però ci si è buttati quasi a capofitto per raggiungere obiettivi aziendali che possano dare lustro non solo al presidio sanitario in cui viene effettuata, ma anche a chi la effettua. E qui entrerebbero in gioco fattori che potremmo apparire personalistici.

La tabella presenze del Loreto Mare
La tabella presenze del Loreto Mare

La domanda nasce spontanea. Che senso ha dare prova di eccellenza in un reparto in cui, per la carenza di personale, nei prossimi giorni si registreranno sei turni di guardia notturna vacanti? E’ quantomeno paradossale, è come se si montasse il motore di una Ferrari su una vecchia 500 e si spingesse la macchina al limite. Il nodo appare essere di natura politica, come pure quello stretto intorno alla vicenda del depauperamento della forza lavoro al Loreto Mare, per rafforzare organici presso altre strutture sanitarie certamente meno sollecitate di quella di via Amerigo Vespucci. Tutte domande che alla riapertura dei lavori in consiglio regionale potrebbero essere rivolte al presidente De Luca. Sullo sfondo torna di nuovo, maniero dei ritardi e dei perché, l’Ospedale del Mare.

(2-fine)