Il boss deceduto Gennaro Licciardi, storico capo dell'Alleanza di Secondigliano

Il cold case

Il pentito dei Lo Russo, Ettore Sabatino, punta il dito contro i Licciardi, relativamente a un omicidio consumato nel 1989. Vittima del raid di morte fu Espedito Ussorio, ex cutoliano. Secondo quanto fa mettere a verbale il collaboratore di giustizia Sabatino, a decretare il delitto fu il boss deceduto, Gennaro Licciardi, alias ’a scigna. «Licciardi incaricò Giuseppe Lo Russo di ordinare a me, a Gennaro Sacco, e a Carlo Lo Russo di commettere l’omicidio. Ci appoggiammo in un sottoscale del Rione Janfolla, appoggio procurato da Domenico Lo Russo, presente con noi nell’occasione», afferma il collaboratore di giustizia. Per quel delitto adesso risultano indagati, a piede libero, lo stesso Sabatino, Domenico Lo Russo, Giuseppe Lo Russo e Carlo Lo Russo (anche lui pentito). La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma, nell’articolo a firma di Luigi Sannino.