Nella foto la vittima, Nicholas Di Martino

Il 17enne fu inseguito, bloccato, picchiato e accoltellato in Via Veneto a Gragnano

Fino a qualche settimana fa, la difesa di parte civile (avvocato Raffaele Attanasio), che assiste i familiari di Nicholas Di Martino, aveva a disposizione soltanto dei frame dell’aggressione che portò alla morte del 17enne, nella notte a cavallo tra il 24 e il 25 maggio 2020, in Via Veneto a Gragnano. Per entrare in possesso di quella sequenza, il video integrale, il legale presentò istanza alla Dda, nei giorni successivi al rinvio a giudizio di Maurizio Apicella e Ciro Di Lauro, ritenuti i responsabili della morte di Nicholas.

Nei sessanta secondi di registrazione, catturati da una telecamera della videosorveglianza, si vede il 17enne, che viene inseguito, bloccato, pestato con calci e pugni. La foga degli aggressori non si ferma nemmeno quando il ragazzo è a terra, terrorizzato, prova a scappare, ma gli mancano le forze. Poi viene ferito a una gamba, con una lama di dieci centimetri. Stando a quanto si evince dal video, a sferrare il fendente è Maurizio Apicella. Il pestaggio continua nonostante Nicholas sia sanguinante, infine Apicella e Di Lauro scappano. La notizia è stata riportata dal quotidiano Metropolis, nell’articolo a firma di Elena Pontoriero.

ad
Riproduzione Riservata