Genny Cesarano, giovane vittima innocente di una «stesa»
Genny Cesarano, giovane vittima innocente di una «stesa» di camorra

Il raid all’alba del 6 settembre 2015.

La Squadra Mobile di Napoli ha individuato un altro dei componenti del gruppo di fuoco che uccise il 17 enne Genny Cesarano, all’alba del 6 Settembre 2015, nel Rione Sanità, a Napoli. Si tratta di Gianluca Annunziata, 28 anni, ritenuto un affiliato al clan camorristico Lo Russo, al quale è stata notificata un’ordinanza di custodia del Gip del Tribunale di Napoli nel carcere dove è già detenuto per altri reati.

Per la sparatoria nella quale fu colpito mortalmente il 17enne sono già stati arrestati e condannati in primo grado, con sentenza confermata in Appello, altri tre componenti del gruppo di fuoco del clan Lo Russo: Mariano Torre, Luigi Cutarelli e Ciro Perfetto.
All’individuazione di Annunziata si è giunti grazie al contributo di Carlo Lo Russo, e Mariano Torre, divenuti collaboratori di Giustizia.

Annunziata, che è detenuto per estorsione aggravata dal metodo mafioso, è stato raggiunto di recente da un’ordinanza di custodia cautelare per l’omicidio di Vincenzo Priore, avvenuto il 16 novembre 2012 nella Masseria Cardone, nel quartiere Secondigliano.