Gli avvocati contro i giudici per la motivazione della sentenza, che infierirebbe anche sugli avvocati della difesa

I giudici della Corte D’Assise hanno condannato all’ergastolo i due imputati per l’omicidio del vicebrigadiere, ma gli avvocati Renato Borzone e Roberto Capra, difensori dei due americani condannati: «La sentenza ci ha attaccato per aver esercitato il diritto di mettere in dubbio la parola dei testi d’accusa perché appartenenti alla forza pubblica». L’unione delle camere penali italiane stigmatizzano quanto affermato nella sentenza, e anche le camere territoriali si dicono scandalizzate per l’aggressione al diritto di difesa, e sono scese in campo.

ad
Riproduzione Riservata