strage-heysel

Ad oggi 29 maggio 2020 sono trascorsi 35 anni dalla strage dell’Heysel. Era il 1985 quando una tremenda notizia sconvolse il mondo del calcio, special modo la Juventus. In quell’occasione la Vecchia Signora riuscì a vincere la sua prima Coppa dei Campioni. Batté in una bellissima finale il Liverpool per 1-0, grazie ad un calcio di rigore messo a segno da Platini.

Una partita che regalò tante emozioni, ma viene ricordata soprattutto per la tremenda vicenda. Quel giorno, infatti, persero la vita 39 spettatori, di cui 32 erano italiani e tifosi bianconeri. Lo stadio che ospitò la finale era quello di Bruxelles. Poco prima del fischio d’inizio del match, ci fu il crollo di un muro causato dalla ressa dei temibili hooligans britannici nei confronti dei tifosi della Juve. Sia la Uefa che le forze dell’ordine belghe decisero di comune accordo di disputare ugualmente la finale.

ad

Strage dell’Heysel, il tributo della Juventus e del Torino

Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha voluto così ricordare quel giorno tragico: “La tragedia dell’Heysel è un monito costante per la coscienza del calcio europeo. A distanza di anni la commozione è ancora viva, ricordiamo perché non avvenga mai più un dramma del genere”. 

Il Liverpool ha omaggiato le vittime di quel giorno con un omaggio floreale che ha posto sulla tribuna ad Anfield dedicata a Sir Kenny Dalglish.

Questo il ricordo della Juventus postato sul proprio account Twitter:

Anche il Torino ha voluto ricordare la tragedia di 35 anni fa con questo messaggio: