Antonella Giglio
Antonella Giglio

«Non smettono mai di far danno gli uomini che odiano le donne sia con le azioni che con le parole. Gli ultimi episodi, che colpiscono Giorgia Meloni e la statua “Sophia”, dedicata alla vittima di un femminicidio e vandalizzata a Massa, testimoniano che siamo davanti a un’emergenza culturale oltre che criminale». A dirlo è Antonella Giglio, vicepresidente di Confapi Napoli.

ad

«Non bisogna mai abbassare il livello di guardia e di attenzione su questo dramma che ogni anno colpisce migliaia e migliaia di donne di tutte le estrazioni sociali e di tutte le età – ha aggiunto –. Con ConfapiD donne, il dipartimento rosa della nostra associazione, mettiamo in campo con impegno e determinazione tutte le possibili risorse per sensibilizzare ed educare al tema della difesa di genere e per difendere le donne da tutte le forme di violenza, come peraltro prevede il nostro Statuto».

 

«Quanto si è verificato alla Meloni, una donna e una mamma ancor prima di un leader politico, è sintomatico di un imbarbarimento sociale a tutti i livelli che trova una ingiustificabile valvola di sfogo nei social che diventano il piedistallo virtuale da cui far sfoggio del peggio del proprio essere».

 

Riproduzione Riservata