(Nella foto Tina Rispoli e Tony Colombo nel giorno del loro matrimonio)

Presunto abuso di ufficio per il flash mob dopo il matrimonio tra Tony Colombo e la vedova di camorra Tina Rispoli: rischia anche de Magistris jr

di Luigi Nicolosi

Nozze trash tra il neomelodico Tony Colombo a la vedova di camorra Tina Rispoli, la Procura di Napoli non molla la presa e dispone la proroga dei termini delle indagini preliminari. Rimarrà dunque ancora aperto per i prossimi sei mesi il fascicolo che vede iscritti, oltre alla nota e chiacchierata coppia, anche alcuni pubblici ufficiali del Comune di Napoli e il fratello del sindaco Luigi de Magistris.

ad

Restano quindi nel mirino dei pm della Dda Maurizio De Marco e Vincenza Marra, titolari dell’indagine, Tony Colombo, Sarah Terracciano (segretaria particolare del primo cittadino), Mafalda Fasanella, Claudio de Magistris (fratello del sindaco), Giovanni D’Ambrosio, Sabina Pagnano (ex capitano della polizia locale di Chiaia), Teresa Vecchione, Massimiliano D’Alfonso e Dario Gigliucci. La principale ipotesi di reato è quella di abuso d’ufficio per le concessioni delle autorizzazioni relative al flash mob-concerto tenuto la sera del 26 marzo del 2019 in piazza del Plebiscito.