Impatto in via Francanzano, Carmine Giordano era alla guida del proprio scooter quando è stato travolto dall’utilitaria guidata da una 51enne. Ferita anche la compagna della vittima

di Luigi Nicolosi

Notte di sangue sulle strade di Napoli. Nonostante il semi-lockdown e il traffico pressoché inesistente, il fine settimana inizia con un bilancio quantomai pesante. Oltre alla morte del 35enne Michele Silenti, travolto all’Arenaccia mentre attraversava con la fidanzata, un altro drammatico decesso è avvenuto nella zona collinare. A perdere la vita è stato Carmine Giordano, 71enne di via Cilea, che intorno alle 19,30 percorreva via Francesco Francanzano, nei pressi di piazza Quattro Giornate, a bordo del proprio scooter, un Kymko 125. Con lui si trovava anche la compagna. La coppia, per motivi ancora in fase di ricostruzione, è stata centrata dalla Fiat “600” guidata da una 51enne. Per l’uomo non c’è stato purtroppo nulla da fare: è morto infatti durante il trasporto in ospedale a causa dei gravissimi traumi riportati.

ad

L’episodio è adesso al vaglio degli uomini della polizia locale – unità operativa Vomero diretta dal capitano Gaetano Frattini – i quali stanno cercando di accertare eventuali responsabilità. La donna che guidava la piccola utilitaria è stata ascoltata fino a notte fonda e la sua posizione, in attesa dell’esito del test alcolemico, non è stata ancora definita. La Municipale ipotizza comunque che l’incidente possa essere stato causato dal mancato rispetto della precedenza da parte di uno dei due guidatori. Quanto alla compagna di Giordano, la donna è stata subito trasportata al pronto soccorso del Cardarelli per alcune ferite a una gamba. Ricevute le medicazioni del caso, è stata dimessa qualche ora più tardi con una prognosi di pochi giorni. Anche lei sarà adesso nuovamente interrogata dai caschi bianchi. Gli agenti di via Morghen stanno intanto setacciando via Francanzano alla ricerca di telecamere che possano aver inquadrato il momento del violentissimo impatto.