Un momento della Notte d'Arte a Napoli, annullata per mancanza di permessi

Un programma ancor più ricco.

“Ci sentiamo tutti danneggiati per quanto è successo e queste sono cose che non devono accadere”. A dirlo è il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che torna sul concerto annullato lo scorso weekend della “Notte d’arte”. “Siamo in grado di recuperarlo ancor meglio di prima: il programma del nuovo evento del 3 gennaio sarà ancora più ricco, non usciamo fuori dal periodo natalizio. È un’iniziativa molto forte a cui stanno lavorando Municipalità e Comune” spiega il sindaco. Se nel nostro Paese “fare cultura diventa superare ostacoli come se fosse il monte Bianco, non è una bella cosa – spiega de Magistris, per il quale – la sicurezza va garantita, però non deve essere poi un eccesso”.

Il concerto annullato è frutto “anche di un coacervo impressionante di autorizzazioni che certe volte nulla hanno a che vedere con la sicurezza. La ‘Notte d’arte’ non c’entra niente con la sicurezza, anzi era meglio che si svolgesse per tenere tutti contenti e uniti in piazza” conclude.

ad