martedì, Gennaio 18, 2022
HomeNotizie di AttualitàNon hai il green pass? Allora perdi il reddito di cittadinanza

Non hai il green pass? Allora perdi il reddito di cittadinanza

Il ricatto (mascherato) ai percettori dell’aiuto di Stato

di Ilaria Riccelli

Prima settimana di obbligo vaccinale per gli over 50 e sono ancora 2,1 milioni quelli ancora senza profilassi, mentre 40 mila cinquantenni no vax hanno fatto negli ultimi giorni la prima dose. Il Ministro Speranza ha dichiarato ieri in question time alla Camera dei deputati che il ministero avrà il compito di predisporre degli elenchi degli over 50 non vaccinati onde verificare l’ottemperanza dei cittadini all’obbligo: «sarà cura del Ministero della Salute predisporre gli elenchi dei soggetti inadempienti all’obbligo vaccinale previsto per gli ultra 50enni».

Le modalità per la verifica saranno asseverate in prima battuta sulla base di sistemi informatizzati, ovvero attraverso la tessera sanitaria che permette di acquisire le info relative alla somministrazione dei vaccini che pervengono all’anagrafe vaccinale nazionale. Il Decreto Legge però prevede una fase successiva di contraddittorio: «rispetto ai principi enunciati a riguardo dalla Corte Costituzionale, in particolare il ministero della Salute, avvalendosi dell’Agenzia delle Entrate, invierà una comunicazione ai soggetti inadempienti i quali potranno trasmettere all’ASL competente l’eventuale certificazione relativa al differimento o all’esenzione dell’obbligo vaccinale» continua il Ministro Speranza.

Ma come mai questi dati si incrociano con quelli dei percettori del reddito di cittadinanza?

Presto detto. Sono circa 100 mila, per un costo mensile di 700 milioni per il nostro Paese che prima della pandemia non superava i 550 milioni di euro al mese. Un costo complessivo di circa venti miliardi di euro dal momento in cui è entrata in vigore la misura emanata dal MV5S. Con le nuove norme entrate in vigore però detto si è detto stop al reddito senza Super Green pass.

La legge di Bilancio infatti ha introdotto degli emendamenti alla normativa sul sussidio del reddito, con decadenza immediata dal beneficio per chi non frequenta i centri per l’impiego. Ed è proprio il Decreto Legge entrato in vigore il 7 gennaio, che ha inasprito le regole del Green pass, che ha stabilito che per entrare negli uffici pubblici è necessario essere in possesso del certificato verde. Quindi i percettori di reddito che non sono in possesso del Green pass light non potranno entrare nei centri per l’impiego per i percorsi formativi, e quindi non potranno più godere del sussidio.

Leggi anche...

- Advertisement -