Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca

Il presidente della Regione Campania si è mostrato fiducioso, ma ha rimproverato la troppa gente ancora in strada: speriamo arrivino presto i 300 militari.

Abbiamo 2677 pazienti. Non sono cresciuti i ricoveri in terapia intensiva“. Cosi’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in diretta streaming su Facebook per fare il punto sulla situazione dell’emergenza Covid-19. “E’ molto probabile – aggiunge – che il virus in questi 40 giorni abbia perduto una parte della sua aggressivita’, ma sono cose che valuteranno bene gli esperti“.

De Luca ha, però, sottolineato come ci sia “ancora troppa gente in strada, speriamo che al piu’ presto arrivino i 300 militari che abbiamo chiesto“. Il governatore ha poi rivolto un appello affinche’ in vista delle festivita’ pasquali non ci siano assembramenti religiosi, ricordando come proprio gli assembramenti religiosi alla fine del mese di febbraio e nei primi giorni di marzo in alcune localita’ del Vallo di Diano, nel Salernitano, hanno causato molti contagi. “Ringrazio – ha detto De Luca – il cardinale di Napoli, Sepe, che ha deciso di celebrare le funzioni religiose anche in vista della Pasqua senza fedeli. Papa Francesco – ha proseguito – sta dando un esempio di responsabilita’ in tal senso“.

ad

Non torneremo alla vita di prima finche’ non avremo un vaccino. Nel frattempo dovremo convivere col problema, ma senza angoscia. Ci sara’ una fase 2 – prosegue De Luca – se si conclude la fase 1. Intanto cominciamo a preparare il piano B di riavvio delle attivita’ economiche, ma subordinando cio’ al parere vincolante delle autorita’ scientifiche“.