Dopo le tante critiche fatte a Salvini per le sue foto sui social, l’alleanza giallorossa partenopea di fatto lo emula per scegliere il candidato sindaco della terza città d’Italia.

Il Pd e il Movimento Cinque Stelle di Napoli si sono riuniti oggi per sancire definitivamente l’alleanza per le amministrative. E per decidere il nome del candidato sindaco non hanno scelto un luogo istituzionale o comunque al riparo da sguardi e orecchie indiscrete. Anzi, i rappresentanti hanno scelto un bar di Posillipo per scegliere il candidato al ruolo di primo cittadini della terza città d’Italia.

Ci si potrebbe anche sorridere su se non fosse per il fatto che gli stessi esponenti di questa alleanza giallorossa sono coloro che in maniera giornaliera criticano tanto Matteo Salvini, per le sue foto sui social con barattoli di Nutella o bomboloni al cioccolato. Salvo poi non solo fare lo stesso, di fatto, ma decidendo di divulgare notizia e luogo, tramite un’agenzia, come se nulla fosse. Almeno il leader della Lega utilizza solo i suoi canali privati.

ad

In ogni caso, alla colazione, per il M5S erano presenti i parlamentari Alessandro Amitrano, Luigi Iovino, Gilda Sportiello, e i consiglieri di Municipalità Lorenzo Iorio e Fabio Greco, mentre per il Pd c’era il segretario di Napoli Marco Sarracino, il presidente metropolitano Paolo Mancuso e la segretaria dei Gd Ilaria Esposito. A questo punto, avrebbero anche potuto scrivere il menù. In fondo, è proprio vero che non c’è mai limite al peggio.

Riproduzione Riservata