Nicola Rullo al momento di un arresto

Nel 2010 fu fermato per un controllo e trovato in possesso di un cellulare, un vecchio modello di Nokia senza nemmeno la connessione a internet

Al termine del processo d’Appello, è andato assolto Nicola Rullo, considerato esponente di spicco del clan Contini del Vasto-Arenaccia. Nel 2010, Rullo (attualmente detenuto per altro), fu fermato in strada, nel corso di controlli e fu trovato in possesso di un telefono cellulare. Secondo l’accusa, tramite quell’apparecchio, avrebbe impartito ordini agli affiliati. Per tale motivo, in primo grado era stato condannato a un anno di reclusione. Ma, nelle scorse ore, la sentenza è stata ribaltata, Rullo è stato assolto. Il telefono che aveva con sé era un vecchio modello di Nokia, assimilabile in tutto e per tutto a un apparecchio fisso. Non uno smartphone di ultima generazione, non aveva connessione internet, e non era criptato. Da qui la decisione dei giudici della III Sezione della Corte di Appello: Rullo non violò la sorveglianza. E’ stato quindi, assolto. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma.

1 commento

Comments are closed.