La sorella del famigerato capo ultrà del Napoli, Genny ‘a carogna, è stata denunciata dalla polizia di Formia. La donna, F. D. T., partenopea di 44 anni, è stata deferita all’autorità giudiziaria per un furto nei confronti di una 87enne. Secondo l’accusa, ha borseggiato una anziana residente nella cittadina laziale, riuscendo a impossessarsi di bancomat e codice, prelevando somme di denaro ed effettuando spese, per un totale di oltre duemila euro. La 44enne è stata denunciata insieme a una presunta complice, C. G., una 42enne anche lei di Napoli.

Il capo ultrà Gennaro De Tommaso, detto Genny 'a carogna
Il capo ultrà Gennaro De Tommaso, detto Genny ‘a carogna

Secondo quanto è stato ricostruito dalle forze dell’ordine, la coppia, dopo aver sottratto la borsa alla anziana, ha effettuato spese e prelevato contanti. Proprio le immagini registrate dalle telecamere di alcuni bancomat hanno permesso di immortalare le due donne e la targa dell’auto su cui si muovevano. A quel punto gli agenti diretti dal vice-questore Paolo Di Francia hanno avuto materiale probante sufficiente per giungere alle napoletane e denunciarle.
Tutto è nato in seguito alla segnalazione di furto da parte dell’anziana, che ha raccontato agli agenti che dopo aver prelevato del contante a uno sportello bancomat, è stata derubata. Nella borsa sottratta c’era anche la tessera bancomat e il codice per attivarla (riportato su un foglietto). La coppia si sarebbe, quindi dedicata ad effettuare prelievi di contante e spese. Si sarebbe recata presso un negozio e avrebbe acquistato anche un costoso telefono cellulare, naturalmente con i soldi della vittima. Grazie alle immagini delle videosorveglianza e alla testimonianza della commessa del negozio di telefonia, gli agenti sono riusciti prima a risalire alla vettura su cui viaggiavano le due donne e poi alla loro identità. Alla fine entrambe sono state denunciate per furto.