Risparmiatori truffati dalla Deiulemar in corteo (foto di repertorio)

Il caso della compagnia di navigazione fallita nel 2012: da allora agli obbligazionisti appena il 6% dei «rimborsi»

Ci si sono messi anche il lockdown e i ritardi innescati dal Covid, e per i 13mila truffati della Deiulemar, è quasi un anno e mezzo che non arrivano i rimborsi. Gli azionisti della compagnia di navigazione di Torre del Greco (che con il fallimento del 2012 ha aperto un buco di quasi 800 milioni di euro), fanno i conti con i risarcimenti che tardano ad arrivare: appena il 6% da quando si è verificato il crac. Nel 2020 agli obbligazionisti che acquistarono azioni «carta straccia» non è arrivato un centesimo, situazione praticamente identica nei primi mesi dell’anno in corso. Il focus sullo stato della tragedia economica innescata dal fallimento Deiulemar è stato realizzato dal quotidiano Metropolis.

Riproduzione Riservata