Morta bimba nata prematura a Napoli, la madre aveva il Covid: è il secondo caso

Dall’ospedale napoletano fanno sapere che non è stata attivata alcuna raccolta fondi per le cure del piccolo di appena 4 giorni.

È ricoverato presso l’ospedale Santobono di Napoli, in prognosi riservata, il bambino di soli 4 giorni con “ustioni gravissime che ricoprono il 16% del corpicino”. Così il direttore generale del nosocomio pediatrico campano, Rodolfo Conenna, che ha sottolineato come “al momento il piccolo è in terapia intensiva ed è intubato, sedato e in assistenza ventilatoria. Le condizioni sono sempre critiche, ma stazionarie”.

I genitori del bambino sono stati arrestati. Il padre trasportato nel carcere di Poggioreale, la madre piantonata presso l’ospedale del Mare. “Ancora non è chiara l’origine delle ustioni, che sono profondissime e che – aggiunge Conenna – oggi sono state sottoposte a nuovo bendaggio. I medici sono in contatto anche con il centro grandi ustioni pediatrico di Zurigo per offrire al piccolo tutte le cure necessarie”.

ad

“A tale proposito, si stanno diffondendo voci su raccolte fondi per sostenere i costi delle cure, ma smentisco categoricamente che l’azienda ospedaliera abbia chiesto di attivare raccolte fondi. Tutte le cure di cui questo bimbo avrà bisogno, sentito anche il presidente De Luca, che sta seguendo da vicino la vicenda, saranno – conclude – interamente a carico nostro e della Regione Campania”.

Riproduzione Riservata