Reddito di cittadinanza e regolarizzazione dei navigator, «la Regione Campania si è formalmente impegnata, deve sottoscrivere la convenzione con l’Anpal». Giuseppe Fortunato, difensore civico della Regione Campania, ha sottoscritto un atto con il quale concede «5 giorni al presidente Vincenzo De Luca» per regolarizzare la posizione dei navigator. «La Regione ha sottoscritto un atto in sede nazionale – ha spiegato – ora deve dare seguito a questo atto, la sua firma è un atto dovuto».

De Luca, come ha evidenziato Fortunato, «non ha prodotto alcun documento o atto regionale con il quale ha messo per iscritto la sua contrarietà nei confronti dei navigator». E’ stata fata una selezione, «i navigator sono assistenti tecnici che devono per il passaggio alla fase 2 per i percettori di reddito di cittadinanza».

Ultimatum al governatore
della Campania, Vincenzo De Luca

I «vincitori della selezione pubblica per i navigator campani», come si legge nel testo dell’atto sottoscritto dal difensore civico, «sono in  attesa dei contratti di collaborazione coordinata e continuata, con durata fino al 30 aprile 2021, previa convenzione fra la Regione Campania e  la Anpal servizi». Di conseguenza, «ogni giorno che passa senza la stipula della convenzione con l’Agenzia nazionale per il lavoro», è «un giorno di lavoro perso per tutte queste persone che si sono impegnate per la selezione e l’hanno superata». La Campania, come Regione, in sede nazionale, sottoscrisse l’atto per i navigator. «Avrebbero potuto fare come il Trentino Alto Adige e rifiutarsi – ha sottolineato – allora le cose sarebbero state diverse, non si sarebbe nemmeno dato il via alle selezioni».

Fortunato nel testo ricorda che «la contrattualizzazione dei vincitori è disposta con riserva di accertamento dell’effettiva disponibilità, anche sulla base delle convenzioni stipulate dalle singole Regioni, delle posizioni verificate su base provinciale (art. 9 dell’avviso pubblico) e quindi non è soggetta a clausole meramente potestative; solo un’accertata indisponibilità effettiva delle posizioni (allo stato proprio nella Regione Campania   non ipotizzabile), comportando impossibilità della prestazione lavorativa, potrebbe procrastinare la contrattualizzazione».

AIUTACI CON UN LIKE A MANTENERE
L’INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE

«Durante tutto l’iter, nessuna riserva, nessun  limite, nessuna condizione , nessuno speciale termine è stato mai posto dalla Regione Campania – si legge ancora – La Convenzione si configura, quindi, come obbligatoria, anche se presenta margini utili di discrezionalità tecnica per meglio adeguare  l’attività collaborativa dei navigator alle specifiche situazioni dei Centri campani per l’impiego». «Pertanto, stante il decorso di tutti i termini, invito a provvedere, senza indugio e comunque non oltre il termine di cinque giorni – ha concluso Fortunato nel testo – alla stipula della convenzione con Anpal Servizi, così come hanno già fatto le altre Regioni che avevano sottoscritto l’intesa».