Lo sbaglio del farmacista che ha scongelato la dose, ha fatto sì che i pazienti, tutti tra i 18 e i 38 anni, avessero l’inoculazione sbagliata.

A Napoli 44 persone sono state vaccinate a loro insaputa con AstraZeneca. A riportarlo è l’edizione odierna di ‘Repubblica’, che sottolinea come il fatto sia accaduto domenica 30 maggio nel centro vaccinale della Fagianeria a Capodimonte. Alla base dell’evento ci sarebbe l’errore di un farmacista incaricato di prendere il flacone, che, invece di Pfizer, che chi ha somministrato la dose era convinto di utilizzare, ha scongelato il vaccino sbagliato. Anche sul certificato era attestato erroneamente che era stato utilizzato il vaccino americano. Si trattava della prima dose.

Si tratta di tutti napoletani tra i 18 e i 38 anni, che l’Asl Napoli 1 Centro ha immediatamente contattato. “Nessuna macchina organizzativa o azione umana, per quanto ci si possa lavorare, è scevra da errori – afferma Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro sentito da Repubblica – nonostante la massima attenzione e i protocolli che abbiamo messo in campo, quanto accaduto ci ricorda che non si può e non si deve mai abbassare la guardia. Va anche detto che l’errore, in questo caso, ha come risultato l’immunizzazione da un virus che è sempre e comunque il rischio maggiore”.

ad
Riproduzione Riservata