L’ex Comandante.

Maurizio Sarri tornerà questa sera al San Paolo dopo 616 giorni. Tanti ne sono passati da quel Napoli-Crotone che chiuse la stagione dei 91 punti e dello scudetto “perso in albergo”. Lo fa da allenatore della squadra più odiata all’ombra del Vesuvio, e non solo. Con in mano le chiavi di quel Palazzo in cui è entrato dalla porta principale. Ieri, durante la conferenza stampa di presentazione del match ha definito gli eventuali fischi per lui come un atto d’amore.

Come risposta forse anche a questo suo modo di vedere la cosa, durante la scorsa notte, in alcuni punti della città, tra cui all’esterno dello stadio San Paolo, sono apparsi degli striscioni che, a un primo impatto, con l’amore sembrano davvero avere poco a che fare. Sono firmati “Curva A” e recitano: “Sarri gobbo bastardo. Sulla Juve ne hai dette tante. Ma poi ti sei calato le mutande”.

ad
Riproduzione Riservata