Il quadro di nomine svolge funzione consultiva del direttore sulle questioni di carattere scientifico nell’ambito dell’attività del Museo

E’ stato nominato il comitato scientifico del Palazzo Reale di Napoli, l’organo consultivo di esperti, che definisce il quadro delle nomine approvate dal ministro della Cultura Franceschini. Il comitato svolge funzione consultiva del direttore sulle questioni di carattere scientifico nell’ambito dell’attività del Museo che ha acquisito l’autonomia speciale con l’insediamento del nuovo direttore Mario Epifani, avvenuto a novembre 2020. “Finalmente abbiamo la possibilità di sviluppare progetti e programmazione di eventi con il supporto e il parere di esperti che contribuiranno a un ampio programma di rivalutazione che ci siamo prefissati – ha dichiarato Epifani -. L’esperienza dell’architetto Leonardo di Mauro nello studio della storia d della percezione dell’immagine della città, sarà preziosa, come quella del prof. Giuseppe Porzio, studioso della pittura dell’Italia centro-meridionale tra ‘500 e ‘700.La professoressa Bianca de Divitiis sarà un ottimo interlocutore per la sua competenza nel campo dell’arte moderna e dei progetti europei e la dottoressa Donatella Dentice di Accadia contribuirà con la sua competenza nel campo della promozione di eventi e progetti di rilancio della città di Napoli in campo internazionale”. Il comitato tecnico scientifico rimarrà in carica per i prossimi cinque anni e i suoi membri potranno essere riconfermati per una sola volta. Leonardo Di Mauro si è laureato in architettura a Milano, dove è nato nel 1948. Dal 1974 risiede e svolge la sua attività a Napoli. E’ stato il presidente, dall’ottobre 2018, dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia. Professore ordinario di Storia dell’architettura dal 2001 e direttore tra il 2004 e il 2010 del Dipartimento di Storia dell’architettura e restauro dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, negli stessi anni è stato membro del Senato accademico e poi del Consiglio di Amministrazione della stessa Università. Dal 1994 al 2014 docente presso la Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa. La sua attività di ricerca, oltre che alla Storia dell’architettura propriamente intesa, si è rivolta in altre due direzioni: la Storia urbana dell’Italia meridionale e della Sicilia e l’Immagine della città e del paesaggio attraverso le relazioni dei viaggiatori, le guide e le vedute con particolare attenzione a Napoli e al paesaggio della Campania. E’ membro della Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti in Napoli e vicepresidente della Sezione Campania dell’Istituto Nazionale dei Castelli.

ad
Riproduzione Riservata