La Juve ha risolto la questione centravanti con Morata, Napoli e Roma restano sempre più alle prese con la questione Milik-Dzeko

di Stefano Esposito

Come racconta l’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno: “La Juventus ha fermato i giochi comunicando al Napoli e alla Roma di aver cambiato strategia e obiettivo.

ad

Suarez verso l’Atletico Madrid, alla Juventus torna Morata.

Prestito oneroso a 9 milioni con diritto di riscatto a 45 milioni, la possibilità di rinnovare il prestito la prossima estate abbassando il prezzo poi per acquistare il centravanti spagnolo nel 2022.

Salta la cessione di Dzeko, il matrimonio di Milik con la Roma non si fa più. È la seconda grande delusione per Arek in poche settimane. La Juventus l’ha sedotto e poi abbandonato.

Dopo i dubbi iniziali si era convinto del progetto giallorosso, la proposta economica e il ruolo da titolare assoluto l’avevano entusiasmato.

Avrebbe ceduto la sua casa napoletana a Fabian Ruiz, domenica sera è andato alla festa d’addio di Allan con l’idea che il suo futuro fosse giallorosso.

In realtà la trattativa aveva già subito una forte frenata sabato.

La Roma, dopo che il Leicester ha cambiato i termini dell’acquisto di Under, ha provato ad ottenere uno sconto facendo infuriare De Laurentiis. Fienga ha proposto al Napoli di rivedere i bonus rendendoli più complicati.

Dopo le schermaglie Giuntoli e Chiavelli avevano ripreso il controllo della trattativa, ma la Juventus ha deciso di non aspettare più.

Prima Milik, poi la Roma e il Napoli hanno trascinato una trattativa complessa perdendosi in diverse pendenze:

Alcune mensilità non ancora percepite, alla multa relativa all’ammutinamento, al documento in cui De Laurentiis rinuncia alla possibilità di far causa per il danno d’immagine subito la notte del 5 novembre scorso.

Una guerra diposizione che in maniera teorica corrispondeva ad una cifra vicina al milione di euro.

Arek è fuori rosa, negli allenamenti si limita alla parte atletica in compagnia degli altri esuberi, Machach che piace al VVV Venlo, club olandese con quattro punti in due partite in Eredivisie, Llorente ed Ounas.

Tredici giorni alla fine del calciomercato, il Napoli e Milik proveranno a trovare una soluzione ma sarà difficile.

In passato si sono fatte avanti il Lipsia e il Bayer Leverkusen ma con proposte riguardo all’ingaggio nettamente inferiori, che oscillavano intorno ai 3 milioni.

In forme diverse Milik e Koulibaly rappresentano le spine più rilevanti del mercato azzurro.

Il Manchester City sta lavorando su Koundè del Siviglia, il Paris Saint Germain, che in difesa ha perso Thiago Silva, sta intensificando il pressing ma non c’è l’accordo con il Napoli

Riproduzione Riservata