Vecchi amici sulla strada del Napoli di Ancelotti. Lo scorso anno i partenopei sfiorarono la qualificazione ad Anfield contro il Liverpool, quest’anno la sorte ha rimesso nel girone del Napoli i reds. “Il Liverpool – dice Ancelotti – è cresciuto rispetto allo scorso anno: la stagione passata gli ha dato maggior sicurezza e fiducia. Sta giocando in modo quasi automatico. Siamo cresciuti però anche noi in qualità e conoscenze. Sarà una partita emozionale come quella dello scorso anno, equilibrata e con molta intensità. Il nostro obiettivo è passare il turno, ci confronteremo con i migliori del gruppo e d`Europa. Sarà un test difficile, ma anche eccitante. Loro sono i campioni d’Europa quindi sono favoriti”.

ad

 

Ancelotti è tranquillo: “Abbiamo una rosa competitiva in tutti i reparti. Possiamo competere su tutti i fronti, ma dobbiamo andare avanti passo dopo passo. Ora pensiamo a passare il turno: possiamo farcela”. Sulla sfida tra lui e Klopp: “gli allenatori possono solamente non fare danni. Ci sono quelli che distruggono le squadre e quelli che non incidono. Io spero di essere in questa seconda categoria”. Squadra con la quale ha tanti ricordi il Liverpool: “Sono legato al Liverpool per lo più per le delusioni, come l`84 e la finale 2005 ma anche la finale vinta. E` però una squadra che mi ispira simpatia: giocare là è sempre emozionante per l`ambiente unico che si viene a creare”.