Pacchi “speciali” nella casa di reclusione di Napoli: gli ordini venivano effettuati con un cellulare nascosto

di Luigi Nicolosi

Il pacco per il detenuto era a dir poco “speciale”. Gli involtini di carne inviati dai parenti venivano farciti con bustine di hashish invece che con i tradizionali formaggio e prosciutto. È questo uno dei singolari retroscena emersi dall’indagine dei carabinieri del comando Antifalsificazione Monetaria di Roma, che hanno scoperto un giro di droga all’interno del carcere di Poggioreale.

ad

L’hashish arrivava attraverso pacchi postali inviati dai familiari dei detenuti che ricevevano gli ordinativi grazie a un telefono che due detenuti nascondevano in cella. A coordinare le indagini è stata la Procura di Napoli Nord, diretta del procuratore Francesco Greco. La polizia penitenziaria, in sinergia con i carabinieri, effettuavano controlli mirati nei pacchi, scoprendo così la presenza della sostanza stupefacente tra i generi alimentari. I pacchi venivano ordinati, in particolare, da due detenuti che li facevano recapitare ad altri “due colleghi” i quali poi si occupavano della distribuzione. Il flusso di spedizioni si è intensificato, stando a quanto emerso dall’inchiesta, durante il lockdown e in particolare dopo la sospensione dei colloqui per motivi sanitari finalizzati ad arginare la diffusione del Covid.

Ecco dunque nel dettaglio i nomi dei nove destinatari delle misure cautelari eseguite all’alba di oggi dai carabinieri.

Custodia in carcere: Stefano Coronella, Maddaloni, 05.09.87, all’epoca dei fatti detenuto a Poggioreale. Ora in carcere a Palermo; Salvatore Di Giulio, Torre del Greco 02.01.99; Vito Lamanna, Napoli, 02.06.88.

Arresti domiciliari: Antonio Bocchetti, Napoli, 26.04.93; Salvatore Tammaro, Torre del Greco, 10.05.78; Antonio Di Giulio, Torre del Greco 20.10.96; Gaetano Di Giulio, Torre del Greco, 16.08.77.

Obbligo presentazione alla polizia giudiziaria: Lucia Della Gatta, Grumo Nevano, 04.08.64 (madre di Vito Lamanna); Giuseppina Lamanna, Napoli, 25.10.96 (sorella di Vito Lamanna).

Riproduzione Riservata