domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizie di SportCalcioNapoli-Girona 3-1, Spalletti: «Buona prestazione. Mercato? Servono i…»

Napoli-Girona 3-1, Spalletti: «Buona prestazione. Mercato? Servono i…»

Nella penultima amichevole del ritiro di Castel di Sangro la squadra di Spalletti batte 3-1 il Girona

di Stefano Esposito

Dopo il doppio pari contro Adana e Mallorca, il Napoli vince la prima amichevole in quel di Castel di Sangro per 3-1 contro il Girona.

Dopo l’autorete iniziale dell’ex David Lopez, il Girona trova il pari con Castellanos, poi nel secondo tempo il Napoli trova il sorpasso con Petagna è chiude il match con Kvaratskhelia.

Da valutare le condizioni del georgiano e di Politano, ma per entrambi dovrebbe trattarsi di infortuni di poco conto.

Il commento del club azzurro

Il Napoli batte il Girona e vince la terza amichevole internazionale a Castel di Sangro. Finisce 3-1 per gli azzurri e se nei primi 2 test c’era stato un dominio per un’ora e poi una leggera dissolvenza atletica nel finale, stavolta c’è il canone inverso con la reazione nella seconda parte di gara.

Il Napoli ribalta gli spagnoli nell’ultimo quarto d’ora e questo depone a favore di una condizione crescente, complice anche la scelta di Spalletti che dopo 70’ fa entrare 9 giocatori e rischiera un Napoli più fresco. Strategia premiata, ma in assoluto si vede un Napoli vivo e sulla strada della crescita globale. Dopo l’autogol di David Lopez e il pareggio di Castellanos, gli azzurri sorpassano in 3 minuti: prima Petagna con un diagonale in area, poi Kvaratskhelia che si guadagna e infila di precisione un rigore. Ancora altre pregevolezze d’autore del georgiano.

Adesso l’ultima amichevole sabato con l’Espanyol per un bilancio complessivo del ritiro azzurro in Abruzzo.

Le dichiarazioni di Luciano Spalletti

Aspetti positivi? Sono abbastanza soddisfatto, siamo entrati forti in campo, pressato bene e recuperato palla. Forse nella gestione palla e pulizia non siamo stati bravissimi, possiamo fare meglio. Abbiamo sbagliato passaggi facili, questo ha determinato che abbiamo dovuto fare più fatica. Va gestita meglio la palla per non disperdere energie. Abbiamo sbagliato dei movimenti facili in attacco, in situazioni che ce lo permettevano. Ma abbiamo creato palle gol. Dobbiamo andare a ragionare sul pressing alto: quando bisogna andare forti con cattiveria e quando siamo lunghi e dobbiamo concedere un po’ di campo.

Subire gol? Non mi garba, sì, è vero! Bisogna fare attenzione, perché senza prendere gol la difesa diventa più sicura e i calciatori acquistano autostima nella fase difensiva. Nel reggere uomo contro uomo. Le partite precedenti, l’avevamo preso per colpa nostra: stasera dico che son stati bravi loro nell’imbucata, con un gol di qualità.

Kvaratskhelia? Sì, Kvara ha delle potenzialità importanti: tecnico, punta l’uomo, riesce ad uscire da situazioni difficili, dandoti sbocchi per situazioni importanti. Mi fa piacere che ve ne siete accorti, ma noi lo sapevamo (ride, ndr)!

Verona-Napoli? Bisogna lavorare su questa squadra corta sempre, unita sempre. Nel non allungarsi quasi mai e nel non concedere palle e ripartenze. Magari aumentando un po’ di fiato, stasera siamo arrivati fino al 65-67′ con una formazione. C’è da arrivare fino al 90′, anche se abbiamo cinque sostituzioni per dare ossigeno alla squadra.

Miglior difesa? Avere una sicurezza di squadra nella fase difensiva è la base per poterci prendere lo slancio ad andare ad essere una squadra forte.

Portiere? Ha fatto due buoni interventi, con due buone uscite Alex Meret. È stato benissimo in campo, ma è chiaro che noi per quanto riguarda il portiere, faremo doppi ruoli in tutte le parti e in tutti i reparti. Meret è uno, poi valuteremo un po’ quel che c’è sul mercato”.

Articoli Correlati

- Advertisement -