“Per Ruiz ho offerto la clausola da 30 milioni. Verra’. Sarri al Chelsea? Siete sicuri che possa andarci?”. Aurelio De Laurentiis si gioca i suoi braccio di ferro dell’estate e nella costruzione del nuovo Napoli di Carlo Ancelotti e parte dal primo, quello gia’ vinto, con il Betis Siviglia. “Per Fabian Ruiz – spiega al termine di una riunione per l’ennesimo braccio di ferro con il Comune di Napoli sui lavori allo stadio San Paolo per le Universiadi – ho offerto 30 milioni, quindi se la clausola ha un senso viene a Napoli”. Fatta, quindi, con crisma di ufficialita’ e attesa solo per la fine della crociera del centrocampista spagnolo che la prossima settimana sara’ a Roma per sostenere le visite mediche e firmare il contratto quinquennale da 2,5 milioni l’anno con il Napoli.

Fabian Ruiz

Ma il mercato del Napoli si muove su piu’ fronti a cominciare da quello piu’ complicato, il sostituto di Reina in porta. “Areola – ha detto il patron azzurro – lo metto sul piatto della bilancia insieme con Meret ed altri portieri. Vedremo. Non che uno e’ meglio di un altro. Bisogna vedere come gioca la squadra, come attacca e come difende. Le sorti di un portiere dipendono da tutto il contesto”. Le sorti di Marek Hamsik e Maurizio Sarri, invece, dipendono dalla volonta’ di De Laurentiis che li tiene sotto contratto e non pare orientato a mettere i saldi: “Per lasciare andare Hamsik in Cina io volevo 35 milioni. Me ne hanno offerti 15, anzi mi hanno proposto un calciatore che gioca in Cina e io ho spiegato loro che se gioca li’ ormai ha dimenticato come si gioca in Italia e in Europa. Quindi posso scendere al massimo a 30 milioni ma se non me li portano entro lunedi’ diventano 40”.

Marek Hamsik e Maurizio Sarri

Mette fretta ai cinesi il patron azzurro che puntera’ poi su Lobotka con i soldi del capitano in partenza. Mentre quando si affronta l’argomento Sarri si irrigidisce: “Sarri si vuole portare Albiol a Londra? Ma siete sicuri che possa andare al Chelsea? Vedremo”, facendo intendere che la scadenza della clausola da 8 milioni non comporta sconti particolari per liberare il tecnico toscano dal suo contratto con il Napoli e lasciarlo andare al Chelsea.