La nota della società.

Con riferimento alle notizie sul cambio di appalto in corso per i servizi di customer care Inps, che coinvolge anche personale Almaviva Contact della sede di Napoli, la societa’ precisa che “a seguito della perdita della commessa Inps e della sua aggiudicazione al raggruppamento d’imprese formato da Comdata e Network Contacts in virtu’ di un’offerta con ribasso superiore all’80% su base d’asta, AlmavivA Contact e’ l’unica societa’ tra quelle uscenti a non aver aperto alcuna procedura di licenziamento verso i lavoratori interessati”.

Inoltre, “il cambio di appalto del call center Inps rientra nel campo di applicazione della cosiddetta clausola sociale prevista dalla legge 11 del 2016, con conseguente diritto alla conservazione del posto di lavoro del personale addetto alla commessa, attraverso l’assunzione presso il nuovo appaltatore; anche in occasione dell’incontro convocato dal Ministero del Lavoro il prossimo 27 novembre, AlmavivA Contact ribadira’ alle imprese subentranti, Comdata e Network Contacts, la ferma richiesta di piena e corretta applicazione della norma sulle clausole sociali, richiesta gia’ avanzata in tutte le sedi competenti e finora negata, nel rispetto delle disposizioni di legge, a salvaguardia non di un’azienda ma del diritto dei lavoratori”.