I tre napoletani scomparsi in Messico

L’avvocato delle famiglie degli scomparsi Luigi Ferrandino ha reso noto che giovedì 25 luglio ci sarà l’udienza durante la quale potrebbero essere rinviati a giudizio i quattro poliziotti messicani (Stato di Jalisco) indagati per la scomparsa di Antonio Russo e Vincenzo Cimmino, i due napoletani di cui si sono perse le tracce, insieme con Raffaele Russo, padre di Antonio e zio di Vincenzo, il 31 gennaio 2018

L’avvocato Ferrandino all’Ansa ha sottolineato che il “giudice messicano Damian Campos Garcia ha fissato l’udienza alle ore 13. E’ stato decisivo il sollecito del mio studio per ottenere la fissazione in tempi brevi dell’udienza”.

“Siamo certi che la sensibilita’, la sollecitudine e la professionalita’ mostrata sino ad ora dal giudice Garcia si confermi anche nel prosieguo del processo ottenendo di conseguenza da Emilio Martinez Garcia, Salomon Adrian Ramos Silva, Fernando Hernandez Romero e Lidia Guadalupe Lopez Arroyo informazioni utili al loro ritrovamento. Le famiglie dei miei assistiti sono in trepidazione e mi auguro di potere a stretto giro avere buone notizie”, conclude il legale.