Un vertice tutto al femminile

Nata ad Oxford, di origine australiana, passaporto britannico e residenza francese: Kathryn Weir, la nuova direttrice artistica del Museo Madre, si è già innamorata di Napoli: ”una città per me unica non solo in Italia ma in Europa”, la definisce appena insediata, prima donna a ricoprire questo incarico nel museo d’arte contemporanea della Regione Campania che ora vanta quindi un vertice tutto al femminile.

Presidente della Fondazione è infatti Laura Valente, appena ‘eletta’ da Artribune ‘miglior presidente di museo’ italiano per il 2019. La neo direttrice trova un Madre in salute: 140mila i visitatori lo scorso anno , con un incremento del 37 per cento (e del 48% nella fascia adolescenti e ragazzi) e una crescente attenzione al sociale. “Kathryn Weir è stata nominata all’unanimità da una commissione indipendente e libera, di cui ha fatto parte anche il direttore uscente Viliani. Con Weir il Madre sarà sempre più nel mondo” ha spiegato Valente.

ad