Il murale comparso a Miano per celebrare Vincenzo Di Napoli (fonte Facebook)

A Miano compare il dipinto che celebra Vincenzo Di Napoli, tra i partecipanti alla stesa che costò la vita a Genny Cesarano

Sempre più accesa la discussione relativa a murales e altarini della camorra, in città. Questa volta, l’attenzione si concentra sul dipinto comparso a Miano, che celebra Vincenzo Di Napoli, ucciso a 25 anni nel corso di un agguato. Per alcuni collaboratori di giustizia, Di Napoli avrebbe pagato con la vita perché il clan ipotizzava un suo pentimento.

Di Napoli, però, fa parte anche del commando che nel 2015 aprì il fuoco, per una stesa alla Sanità, durante al quale trovò la morte Genny Cesarano, vittima innocente della camorra. Il consigliere Borrelli, relativamente al murale comparso a Miano, ha immediatamente denunciato tutto ai carabinieri. Si tratta, ha tenuto a sottolineare, di una vera e propria sfida allo Stato da parte dei clan.

ad
Riproduzione Riservata