Il murale dedicato a Luigi Caiafa, comparso in un vicolo di Via dei Tribunali

Querelle infinita per la gigantografia realizzata su una facciata di Palazzo Caracciolo d’Arena

Una questione che sembra infinita, quella del murale in memoria di Luigi Caiafa – il baby-rapinatore ucciso lo scorso ottobre -, realizzato su una facciata di Palazzo Caracciolo d’Arena, stabile sottoposto a vincolo storico monumentale in Via Sedil Capuano. Nelle scorse ore, Palazzo San Giacomo aveva inviato ai condòmini dell’edificio, una ingiunzione a rimuovere la gigantografia, a proprie spese.

E nel corso di questa mattina – come riporta Il Mattino, nell’articolo a firma di Valentino Di Giacomo – l’avvocato Valentina Varano, amministratrice del condominio, e residente nello stesso palazzo di Via Sedil Capuano, è stata convocata, per un confronto, dall’assessore Alessandra Clemente. Un confronto, durante il quale, si affronterà il problema.

ad
Riproduzione Riservata