Consiglia Benducci

La giovane mamma ha perso la vita lo scorso 19 maggio, dopo una operazione a cui era stata sottoposta in una clinica del Vesuviano.

La Procura di Napoli ha iscritto, come atto dovuto, 8 persone nel registro degli indagati per la morte di Consiglia Benducci. La 40enne di Torre del Greco è deceduta lo scorso 19 maggio presso l’Ospedale del Mare del quartiere Ponticelli, a Napoli, dove era stata ricoverata in codice rosso, in preda a una grave crisi respiratoria, il giorno prima. Ipotizzata, dagli inquirenti, la responsabilità colposa per morte o lesioni personali in ambito sanitario.

Secondo quanto riferiscono i familiari della vittima, Consiglia ha iniziato ad avvertire dei malori poco dopo essere stata sottoposta a un intervento chirurgico alla tiroide in una struttura sanitaria del Vesuviano. Nei giorni scorsi gli investigatori hanno ascoltato, come persone informate dei fatti, i familiari della donna (alcuni, come la madre, anche più volte) e il medico curante. Acquisiti, dopo la cartella clinica, anche tutta la documentazione relativa agli esami ai quali la Benducci venne sottoposta dopo l’intervento chirurgico.

ad

E’ stato fissato per venerdì 4 giugno il conferimento degli incarichi per l’esame autoptico.

Riproduzione Riservata