La Msc Grandiosa

Un insieme di tecnologia e rispetto per l’ambiente

Debutta ad Amburgo e ha fatto rotta sul Mediterraneo, la nave più grande costruita per Msc crociere, la più green. “Msc Grandiosa“, nasconde sotto l’aspetto elegante con la luccicante scalinata in cristalli Swarowski e la galleria con negozi e bistrot, un mix di tecnologia e rispetto per l’ambiente. Con Sophia Loren come madrina del battesimo e Michelle Hunziker cerimoniere, entra a far parte della flotta con già alcuni primati. Lunga 331 metri, come tre campi da calcio, alta 67 metri, larga 43, è la più grande, un gigante con 19 ponti che può trasportare 6.334 passeggeri che si sommano alle 1.704 persone dell’equipaggio. “Con le sue 180 mila tonnellate di stazza lorda e oltre 7.500 persone, è grande come un comune italiano” sottolinea Leonardo Massa, country manager Italia di Msc crociere. E ha anche la più lunga, 93 metri, cupola a led sul mare, che copre la promenade, la galleria con locali e boutique e cambia durante la giornata da cielo azzurro con le mongolfiere a soffitto affrescato, fronde verdi, gioco di luci.

La nuova ammiraglia della flotta ha un sistema che riduce le emissioni di ossido di azoto del 90%, ha sistemi avanzati per il trattamento dei rifiuti, delle acque e come tutte le sorelle costruite dal 2017 è predisposta per ricevere energia da terra, come ha spiegato il presidente esecutivo di Msc crociere Pirfrancesco Vago che con Michelle Hunziker e Gianni Onorato ha fatto gli onori di casa presentando 2 dei 6 chef pluripremiati che firmano i menu di bordo, rappresentativi di molte cucine del mondo, anche se uno dei punti forti di Msc Crociere sono le mozzarelle fatte a bordo, e il Cirque du Soleil.

ad

La nave è il risultato di un viaggio iniziato 10 anni fa per rendere le navi sempre più sostenibili” spiega Vago. Ventuno bar, dodici ristoranti, palestra, piscine, spa, due teatri, simulatori di Formula 1 e 8 tipi di cioccolata, Msc Grandiosa ha anche un assistente virtuale in cabina, Zoe, al quale chiedere informazioni sulla vita di bordo e persino un localizzatore che collegato alla app permette di trovare, ad esempio, i figli in giro per la nave. E’ un gigante costato circa un miliardo di euro. E’ la quinta nuova nave della compagnia varata negli ultimi 30 mesi ed entro il 2027 ce ne saranno altre 12 per un investimento di 14 miliardi di euro. “Msc Grandiosa” arriverà a Genova il 22 novembre e resterà tutto l’inverno e la prossima estate nel Mediterraneo che resta l’area core business per la compagnia.

Obiettivo 3 milioni di passeggeri nel 2020

Chiuderemo il 2019 superando i 2,8 milioni di passeggeri contro i 2,4 milioni del 2018. E nel 2020 auspichiamo di superare i 3 milioni“. Leonardo Massa, country manager Italia di Msc crociere, illustra stime e obiettivi della compagnia a bordo della Msc Grandiosa ad Amburgo e si sbilancia guardando anche più avanti. “Al termine del piano industriale, con l’arrivo delle altre 12 unità che vareremo da qui al 2027 supereremo i 5 milioni e mezzo di ospiti – dice –. Siamo passati dai 127 mila ospiti del 2003 ai 2 milioni e 800 mila nel 2019 e faremo un raddoppio nei prossimi anni a più di 5 milioni e mezzo“. Una crescita che va di pari passo con l’ampliamento della flotta che procede a ritmi serrati.

Stiamo vivendo un momento importante della crescita come azienda – dice – in queste settimane stanno succedendo tante cose: l’apertura della nostra isola privata ai Caraibi, Ocean Cay Msc Marine reserve, e c’è il piano di nuove costruzioni che seguiranno nei prossimi anni“. L’isola, presa in affitto per 99 anni dal governo delle Bahamas “è un progetto che non ha precedenti: abbiamo completamente bonificato un’isola in cui fino a 3 anni fa si estraeva la sabbia per le costruzioni, abbiamo rimosso tonnellate di materiali ferrosi, piantato 2.300 alberi, fatto un accordo con l’Università per la tutela delle specie marine” dice Massa che esclude la possibile costruzione di un resort: “Abbiamo investito per farne un paradiso incontaminato che gli ospiti delle navi Msc potranno godere nelle ore di scalo“.

Riproduzione Riservata