Luigi Di Maio

Anno nuovo all’insegna delle grane per il M5S  

Il nuovo anno è cominciato con l’andazzo di quello appena trascorso, per il Movimento 5 Stelle, sul fronte delle mancate restituzioni. Al 31 dicembre del 2019, erano stati richiamati all’ordine e a mettere mano al portafogli 18 parlamentari, che nel corso dei 12 mesi non avevano versato un euro. Ma adesso il numero aumenta. Secondo l’ultimo conteggio effettuato, i grillini che fanno fatica a far fronte alle restituzioni, sono almeno 40. E tutti o morosi rischiano l’espulsione dal M5S. Per il resto, il Movimento deve fare i conti con le problematiche politiche sorte all’interno del partito, in primis l’espulsione di Paragone. E poi c’è da affrontare la vicenda Di Battista, che secondo molti grillini della prima ora, starebbe lavorando per far cadere il Governo.