Raffica di controlli da via Aniello Falcone a via Scarlatti, decine di ragazzini sorpresi in strada a bere dopo l’orario consentito

di Luigi Nicolosi

ad

La stretta sulla movida selvaggia non sembra scoraggiare gli amati del by night e nella zona collinare di Napoli scatta una nuova task force. Stavolta “a sorpresa”, con controlli estesi anche ben oltre la mezzanotte. Quella che ne è scaturita è stata una nuova ondata di verbali, con ragazzini multati con sanzioni da 400 euro in quanto sorpresi a consumare alcol in strada oltre l’orario consentito e un locale di via Aniello Falcone che adesso rischia la chiusura fino a trenta giorni.

A entrare in azione sono stati ancora una volta gli agenti del reparto Vomero diretto dal capitano Gaetano Fratttini. Nel dettaglio, gli uomini della Municipale hanno verbalizzato un minorenne che beveva una birra sulla pubblica in via in via Aniello Falcone, precisamente in piazzetta Nino Taranto, dieci minuti dopo la mezzanotte. Il ragazzini è stato quindi riaffidato ai genitori. Sempre in via Aniello Falcone all’1 veniva sorpreso un utente a consumare una birra sulla pubblica via. Veniva poi sanzionato il wine bar “Baik” di via Aniello Falcone perché sorpreso a vendere per asporto una bevanda alcolica all’1.

In via Scarlatti, fuori al locale “ex Archivio Storico”, veniva poi sorpreso un avventore a consumare un cocktail sulla pubblica via dopo le ore 22. Sempre in via Morghen-Scarlatti veniva sorpreso un utente che non indossava la mascherina e che non la aveva proprio a seguito. Anche in via Tito Angelini veniva sorpreso fuori al locale “Monk” un avventore a consumare una bevanda Alcolica alle ore 23.10 sulla pubblica via, quindi ben oltre l’orario consentito. Nel corso dei controlli è stato inoltre confiscato uno scooter risultato già sottoposto a sequestro. Il week end della movida sembra farsi subito rovente.