La clinica Pineta Grande

Sono i messaggi inviati da Pasquale Barbaro ai medici della clinica Pineta Grande di Castel Volturno

All’attenzione della Procura di Santa Maria Capua Vetere è finita una serie di sms inviati da Pasquale Barbaro, dal suo cellulare, tra giovedì 27 febbraio 2020 e il sabato successivo (quando è deceduto); si tratterebbe di messaggi per chiedere informazioni sul suo stato di salute, indicazioni per qualcosa che gli sembrava non andare nel decorso post operatorio. Gli sms sono stati inviati ai medici della clinica, in cui era stato sottoposto a un intervento per perdere peso. Adesso quei messaggi sono nelle mani della Procura (che sul caso ha  aperto una inchiesta), e potrebbero aiutare a comprendere le cause che hanno portato alla morte del 38enne.  Barbaro, figlio di Antonio, l’imprenditore delle griffe della Galleria Umberto, a Napoli, a febbraio scorso si era sottoposto a un intervento per perdere peso, un intervento non invasivo, con l’impianto di un palloncino gastrico. L’intervento era stato effettuato presso la clinica Pineta Grande di Castel Volturno, dove nell’arco del 2019 sono state portate a termine 350 operazioni per curare l’obesità. Il decesso di Pasquale Barbaro si è verificato sabato 29 febbraio, era a casa, nel suo letto. La notizia degli sms finiti al vaglio della Procura, è stata riportata dal quotidiano Il Mattino, nell’articolo a firma di Marilù Musto.

Riproduzione Riservata