venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeMusica e SpettacoloMorgan esagera: «Sono uno dei pochi esseri culturali che vedo in giro»

Morgan esagera: «Sono uno dei pochi esseri culturali che vedo in giro»

Intervenuto sulle colonne de “La Stampa”, il cantautore Marco Castoldi, in arte Morgan, ha rilasciato una lunga intervista. Inutile dire che l’artista meneghino non è mai banale nelle sue esternazioni.

L’intervista di Morgan alla Stampa: le sue considerazioni

“Sono uno dei pochi esseri culturali che vedo in giro in questo momento”. Poi, nel corso dell’intervista l’artista attacca senza mezzi termini i suoi colleghi:

Morgan attacca i suoi colleghi musicisti

“I musicisti sono timorosi, preoccupati di perdere il loro pubblico e occupati a fare ragionamenti sulle posizioni in classifica, sulle vendite. Sono dei borghesi che fanno musica, non artisti, perché agli artisti non importa di queste cose. L’artista deve avere coraggio, non può essere così inquadrato, limitato. Essere contenuti non è essere felici perché la felicità è espressione. Nelle favole, quando si è alla fine, si dice “e vissero felici e contenti”. Sono due concetti diversi, essere contenti significa accontentarsi, essere felici vuol dire produrre dei frutti. Io sono felice”.

Articoli Correlati

- Advertisement -