Massimo Giletti e, nel riquadro, il boss Filippo Graviano

La decisione dopo le intercettazioni in carcere del padrino di Cosa Nostra.

Da un paio di settimane Massimo Giletti vive sotto scorta. Lo riferisce il sito Antimafia Duemila. Il provvedimento è scattato per le minacce rivolte al conduttore tv dal boss Filippo Graviano, che intercettato in carcere, dopo l’uscita di centinaia di detenuti per l’emergenza coronavirus, criticava duramente l’attenzione dedicata alla vicenda dal programma di Giletti ‘Non è L’Arena’ su La 7.