Il Tribunale di Napoli (giudice Sandra Lotti, quarta sezione penale) ha assolto i tre ultras del Napoli accusati di violenza privata nei confronti del giornalista Carlo Alvino mentre stava tenendo una diretta tv all’esterno dello stadio San Paolo in occasione della partita Napoli-Torino, disputatasi il 6 maggio 2018.

 

Ai tre, uno difeso dagli avvocati Emilio Coppola e Paolo Caterino, gli altri due solo da Coppola, vennero notificate altrettante ordinanze di divieto di dimora a Napoli. Per tutti gli inquirenti hanno chiesto una condanna a un anno e mezzo di reclusione per violenza privata aggravata. Dopo un’istruttoria durata oltre un anno il giudice ha deciso di non dovere procedere perché, spiega l’avvocato Coppola, “il fatto, qualificato come violenza privata, era in realtà una minaccia per la quale, però, non è stata presentata una querela”.